Riaprono i musei civici di Brescia: "L'avventura continua"

Riaprono i musei civici di Brescia: "L'avventura continua"

Giovedì 21 maggio riaprono a Brescia il Museo di Santa Giulia e la Pinacoteca Tosio Martinengo.

Alle 18, negli spazi del Museo di Santa Giulia, si svolgerà il momento musicale, a cura della Banda Cittadina Isidoro Capitanio, dedicato a tutte le vittime dell’epidemia, a porte chiuse, ma a cui si potrà assistere grazie alla diretta nella trasmissione “Teletutto Racconta” e sui canali social di Fondazione Brescia Musei e della Direzione Regionale Musei Lombardia.

I nuovi orari di apertura saranno: giovedì e venerdì dalle 18 alle 22 (inizio ultima visita alle ore 20.15), e sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 21.30, con avvio dell’ultima visita alle 19.45

A tutela della sicurezza e del distanziamento, l’accesso dei visitatori sarà programmato ed organizzato per un massimo di 15 persone.

Per le giornate di giovedì 21 maggio e venerdì 22 maggio le visite previste tra le ore 18 e le 22 saranno ad accesso gratuito, con prenotazione obbligatoria attraverso il Cup (a disposizione mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 16, telefono 030 2977833/34, santagiulia@bresciamusei.com) e il sito della Fondazione www.bresciamusei.com.

 

Da sabato 23 maggio l’accesso avverrà preferibilmente su prenotazione e il pubblico potrà entrare presentandosi nella fascia oraria prescelta. Allo scopo sono a disposizione il CUP (attivo lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 10 alle 16, giovedì,  venerdì, sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle 18, telefono 030 2977833/34, santagiulia@bresciamusei.com) e il sito della Fondazione www.bresciamusei.com Da sabato 23 maggio entrano in vigore le nuove tariffe semplificate:

Museo di Santa Giulia : Intero € 10 , Ridotto unico € 5,50

Pinacoteca Tosio Martinengo: Intero € 8, Ridotto unico € 4,50

All’orario previsto per ciascun accesso verrà data priorità a chi si è prenotato, in caso di mancata presentazione o di posti liberi avranno accesso le persone eventualmente in lista d’attesa.

 

Le visite saranno accompagnate da un operatore e seguiranno un itinerario specificamente predisposto dai conservatori di Fondazione Brescia Musei per consentire un’ottimale fruizione degli spazi dei musei e delle opere esposte.