Concessione d'uso dei locali a piano terra della palazzina di Campo Marte

Concessione d'uso dei locali a piano terra della palazzina di Campo Marte

​Dopo l’interruzione dovuta all’emergenza Coronavirus, riprendono i lavori di recupero dell’edificio storico di Campo Marte.
La Giunta comunale ha nel frattempo indicato i contenuti del bando per la concessione d’uso, per una durata di otto anni, dei locali a piano terra dell’edificio (224,90 metri quadrati) e dell’area verde di pertinenza (920 metri quadrati). Il canone annuo minimo a base di gara sarà di 24.050 euro più Iva.
Alla scadenza sarà possibile proseguire il rapporto per altri sei anni, tramite una nuova concessione alle stesse condizioni. Terminato il secondo periodo contrattuale, se verrà ritenuto opportuno, sarà effettuata una nuova procedura a evidenza pubblica per la concessione dell’immobile.
Il Comune potrà revocare la concessione per motivi di pubblico interesse e potrà dichiararla decaduta nel caso in cui non vengano osservati obblighi e prescrizioni. La gara sarà aggiudicata all’offerta economicamente più vantaggiosa: verranno attribuiti fino a 60 punti per la parte tecnica e fino a 40 punti per quella economica. In particolare la parte tecnica, che verrà valutata da una commissione nominata con determinazione dirigenziale, dovrà contenere un programma di attività e di eventi culturali per almeno 24 giornate all’anno.
Per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande il concessionario dovrà utilizzare i locali denominati “bar” (104,50 metri quadrati) e “sala bar” (61,50 metri quadrati), dotati di servizi igienici interni. Potrà essere svolta unicamente l’attività di bar e tavola fredda, garantendo un’offerta articolata che comprenda prime colazioni, pasti leggeri e aperitivi. Non potranno essere installati impianti per l’attività di ristorazione.
A richiesta del Comune, la “sala pluriuso” (58,90 metri quadrati), con servizi igienici interni, dovrà essere obbligatoriamente e prioritariamente resa disponibile per le attività istituzionali (ad esempio gli incontri del Consiglio di Quartiere) fino a un massimo di 50 mattine, pomeriggi o sere nel corso dell’anno solare. Per questo utilizzo nessun corrispettivo sarà a carico del Comune.
Il concessionario, a sua cura e spese, allestirà e smonterà gli allestimenti della “sala pluriuso” per le attività e per gli eventi culturali.
Eventuali modifiche del programma dovranno essere approvate dall’Amministrazione comunale.
Nelle giornate dedicate a eventi culturali istituzionali il locale non potrà essere utilizzato per il servizio bar e non potrà essere occupato con tavolini, sedie e altri arredi.
A supporto degli eventi o degli appuntamenti culturali, nel locale potrà essere effettuata la somministrazione di alimenti e bevande (rinfreschi).
Nei giorni in cui non sono previsti eventi istituzionali o culturali il concessionario potrà utilizzare la sala pluriuso a supporto dell’ordinaria attività di bar.
I servizi igienici adiacenti alla sala pubblica saranno a disposizione degli utenti della sala pluriuso, del bar e delle persone che utilizzeranno il parco e le attrezzature sportive presenti nell’area di Campo Marte.