Ptm Andata e Ritorno

Ptm Andata e Ritorno
 

Martedì 15 ottobre è stata inaugura alla Pinacoteca Tosio Martinengo una nuova tappa di PTM ANDATA E RITORNO, il progetto della Fondazione Brescia Musei che ha preso il via ad aprile 2019 con l’opera di Pietro Vannucci, alias Perugino, la Presentazione al tempio, e che trasforma le “partenze” collegate alle richieste di prestito in “arrivi” di opere ospiti: un’occasione per accogliere nelle sale della nuova Pinacoteca capolavori che dialoghino con la collezione permanente, dando l’opportunità a bresciani e turisti di reinterpretare costantemente il corpus della collezione della Pinacoteca.

La seconda tappa di PTM A/R avrà come protagoniste due opere delle collezioni civiche: la statua di Giovanni Franceschetti, Carolina Lera Brozzoni in veste di Flora, che troverà spazio nella sala XXI della Pinacoteca in assenza del Busto di Eleonora d’Este di Antonio Canova, prestata alla Galleria di Arte Moderna GAM di Milano per la mostra Canova. Le teste ideali (24 ottobre 2019 – 18 febbraio 2020), e l’opera di Luigi Basiletti, Niobe, che sarà posta in relazione con quattro dei nove disegni preparatori a essa collegati conservati nelle collezioni cittadine e che sarà ospitata nella sala XX, sostituendo le sculture di Thorvaldsen e l’Ebe di Gaspare Landi prestiti alle Gallerie d’Italia per la mostra Canova e Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna (24 ottobre 2019 - 15 marzo 2020).

In attesa della terza tappa del percorso, che si terrà il prossimo dicembre, il pubblico potrà ammirare Flora fino al 24 febbraio 2020, Niobe fino al 15 dicembre 2019: per festeggiare questo momento e offrire a tutti l’opportunità di godere di questi straordinari abitualmente nascosti capolavori, sabato 19 e domenica 20 ottobre nella fascia oraria 16 – 18 l’ingresso alla Pinacoteca Tosio Martinengo sarà gratuito e domenica 20 alle 16.15 sarà possibile prendere parte ad una speciale visita guidata a cura dei Servizi Educativi della Fondazione Brescia Musei (gratuita su prenotazione al CUP).

Inoltre questa seconda tappa diventerà un’occasione per alcuni momenti di approfondimento aperti alla cittadinanza, che si terranno a partire dal mese di novembre presso la Sala conferenze della Pinacoteca.