Nuova rete tramviaria

Nuova rete tramviaria

È stato elaborato il progetto di fattibilità per la realizzazione di un nuova rete tramviaria. L’ infrastruttura si estenderà per 23 km in ambito cittadino e il 35% sarà collocata su una corsia riservata, separata dal traffico automobilistico.

La rete si articola su un’ipotesi di tre distinti servizi di linea, di pari frequenza ogni 15 minuti, che permetterà di soddisfare il maggior numero di relazioni dirette possibili (senza interscambi) e di garantire una frequenza obiettivo di sette minuti e trenta secondi su tutti gli assi e le direttrici principali servite, grazie alla regolare sovrapposizione tra le linee.

Il modello di offerta prospettato complessivamente è così composto da

linea T2:          Pendolina – Centro – Stazione – Fiera          (lunghezza: 11,75 km)

linea T3:          Violino – Centro – Sant’Eufemia (metro)     (lunghezza: 14,90 km)

linea T4:          Fiera – Stazione – Sant’Eufemia                   (lunghezza: 8,48 km)​

Il parco rotabile individuato per l’esercizio è quantificato in 20 tram, comprensivo dei veicoli di riserva.

E' prevista l’alimentazione elettrica mediante catenaria, tranne nelle tratte centrali dove i tram transiteranno in autonomia grazie a batterie installate a bordo dei mezzi.

È stato ipotizzato inoltre uno stralcio, tecnicamente ed economicamente funzionale, che consiste nella realizzazione della sola linea T2 Pendolina – Centro – Stazione – Fiera, con un’estensione di 11,75 km di cui 3,8 km in sede propria separata dal traffico automobilistico.

La durata dei lavori è stimata in circa quattro anni e l’avvio al pubblico esercizio è previsto a partire dal 2027.