Emergenza Freddo

Emergenza Freddo
 

​Da domenica 25 febbraio, la massa di aria gelida proveniente dall’Artico in arrivo sull’Europa Centro-Occidentale e parte del Mediterraneo darà inizio anche sulla Lombardia a una fase invernale acuta e anomala, caratterizzata da temperature fortemente inferiori alla media climatologica. Secondo le previsioni del Servizio Meteorologico Regionale di Arpa Lombardia, domenica le temperature subiranno un brusco calo di circa 5-7°C rispetto a sabato, con valori massimi in pianura prossimi ai 3°C, a inizio giornata, e diffusamente inferiori a 0°C a fine giornata. Possibili anche raffiche di vento da Est e veloci e deboli nevicate sui rilievi alpini e appenninici.
Tra lunedì 26 e mercoledì 28 i valori termici durante la notte e al primo mattino si assesteranno diffusamente intorno ai -10/-5°C sulle zone pianeggianti, mentre su Alpi e Appennino sono previsti valori localmente intorno a -15°C a 1000 metri di quota. Durante il giorno gli estremi termici massimi rimarranno intorno a 0°C in pianura e al di sotto su tutti i rilievi.
La giornata più fredda appare al momento quella di martedì 27, con valori previsti per alcune città lombarde pari a: Milano -5°C / 0°C; Pavia -6°C / 0°C; Bergamo -7°C / -1°C; Mantova -6°C / 1°C; Sondrio -10°C / -4°C.
Il freddo anomalo dovrebbe perdurare almeno fino a domenica 4 marzo, con valori attesi al di sotto delle medie climatologiche di circa 8-12°C.  Non sono previste precipitazioni di rilievo fino a mercoledì, da giovedì 1 marzo aumenterà il rischio di neve a quote molto basse a causa del possibile arrivo di aria atlantica relativamente più mite, che scalzando gradualmente l’aria fredda preesistente dovrebbe portare a una maggiore presenza di nubi.

Fonte Arpa lombardia: http://www.arpalombardia.it

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

EMERGENZA FREDDO, POTENZIATO IL PIANO DEL COMUNE

In considerazione delle previsioni atmosferiche dei prossimi giorni, che vedono un abbassamento significativo delle temperature, i servizi sociali del Comune di Brescia hanno deciso di ampliare il numero delle accoglienze. Sono stati reperiti altri 12 posti d'accoglienza per persone di sesso maschile attraverso un accordo con le realtà che operano a sostegno delle persone in situazione di grave marginalità. I posti d'emergenza per gli uomini arrivano così ad 81 unità. Grazie alla collaborazione con l'Associazione San Vincenzo e con l'Associazione Casa Bethel  è stata potenziata anche l'accoglienza per le donne con altri cinque posti d'accoglienza, che diventano così 11 in totale. La città quindi complessivamente offre accoglienza notturna a 92 persone che possono contare su un pasto caldo e sulla vicinanza solidale dei volontari (circa 150 persone attive).

Il Piano Freddo triennale per il sostegno all'accoglienza di uomini e donne nel periodo invernale è stato realizzato dall'amministrazione comunale chiamando a raccolta tutti i soggetti operanti sul territorio. Lo standard prevede  una dotazione di 45 posti messi a disposizione dall'amministrazione (25 in via Chizzolini e 20 in via Marchetti) e 24 posti messi a disposizione da Caritas per un totale di 69 posti.

A questa accoglienza "straordinaria" per il freddo si aggiunge il prezioso lavoro del dormitorio San Vincenzo che accoglie ogni giorno e per tutto l'anno 44 uomini e 16 donne con una particolare attenzione ai senza dimora.

 

Documenti allegati alla pagina