“È qui la festa?”

“È qui la festa?”
 

​È stata presentata la 64° mostra dal titolo “È qui la festa?”, allestita nell’atrio “La Scuola in mostra. Arte dalla Scuola”, nella sede dell’assessorato alla Scuola del Comune di Brescia, situata in piazzale della Repubblica. L’iniziativa, patrocinata dall’amministrazione comunale, fa parte del ciclo di esposizioni artistiche delle scuole bresciane e vede protagonisti gli alunni ospiti delle due sezioni dell’istituto Comprensivo “Centro 3” degli Spedali Civili di Brescia. L’esposizione proseguirà fino a venerdì 17 marzo.

Il progetto si colloca tra le numerose attività che i docenti ospedalieri mettono in campo per coniugare il diritto all’istruzione e alla salute con il benessere psicologico dei più piccoli, ponendo le basi per il loro sereno reinserimento nel contesto scolastico di provenienza, arricchiti di nuove capacità e competenze.

L’obiettivo di “È qui la festa?” è quello di creare una vetrina per aprire al territorio l’offerta formativa di una scuola che, per le caratteristiche specifiche che la contraddistinguono, è decisamente peculiare. È proprio attraverso l’esposizione dei disegni di 200 alunni che si vuole raccontare il lavoro dei docenti ospedalieri, che contribuiscono quotidianamente a realizzare il progetto di vita di ogni alunno, sostenendo percorsi inediti e interdisciplinari. Gli insegnanti svolgono il ruolo di “educatori-mediatori”, cercano di operare in modo che i bambini ricordino la propria esperienza di ospedalizzazione come una possibilità di sviluppo. Per questa ragione, la mostra vuole esaltare le capacità dei ragazzi, con lo scopo di aprire nuovi spazi di immaginazione e aiutare i bambini a credere in se stessi, stimolando la loro autonomia e azione.

Ciascun lavoro esposto è affiancato da una scheda strutturata con i dati anagrafici e qualitativi dell’autore. In questo modo ogni visitatore ha la possibilità di conoscere le consegne affidate dal docente, il contesto organizzativo e quello produttivo. I disegni sono stati selezionati dagli operatori della fondazione PinAc sulla base di criteri condivisi (età, capacità di organizzare il progetto espressivo, caratteristica soggettiva, punto di vista, padronanza tecnica, freschezza espressiva e comunicativa).

 

Documenti allegati alla pagina