Brescia vince due premi

Brescia vince due premi
 

La Polizia Locale di Brescia ha vinto il Premio Sicurezza Urbana dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per la sezione Miglior Progetto grazie a “Mediazione penale minorile - attività riparativa dei writer”, programma di recupero rivolto ai ragazzi che si sono resi responsabili di imbrattamenti e di cui si è occupato il Comune negli ultimi due anni.  

L’ufficio Mediazione Penale Minorile ha gestito gli incontri tra i ragazzi e le parti offese raggiungendo una mediazione grazie alla scelta dell’attività riparativa che i giovani hanno effettuato. Sono state individuate attività differenti a seconda delle capacità dei ragazzi: coloro che avevano conoscenze di tipo linguistico, ad esempio, hanno prestato la propria opera allo sportello degli Infopoint comunali. Altri hanno collaborato con l’ufficio traffico per la pulizia di cartelli imbrattati nel centro storico e con alcune biblioteche comunali. Infine due ragazzi, fermati mentre imbrattavano un sottopasso, hanno preparato un video sulla loro vicenda che la Polizia Locale utilizza nei percorsi di educazione alla legalità nelle scuole.

Sono state effettuate anche azioni di carattere repressivo per contrastare il fenomeno del graffitismo. Venti le persone denunciate all’autorità giudiziaria nel 2015 e altre quaranta nel primo semestre del 2016 per un totale di sessanta giovani, la metà dei quali minorenni. Sono ancora in corso attività di indagine che riguardano una decina di ragazzi.

Un altro premio per la nostra città è stato consegnato a Bari, durante la 18° assemblea nazionale dell’Anci. Alla presenza del Ministro Graziano Delrio e del neo presidente Antonio Decaro, la Fondazione Sodalitas ha conferito a Brescia, nell’ambito del “Cresco Award Città Sostenibili”, il riconoscimento come “Comune più smart”. Grazie ad alcuni progetti, tra i quali “Scuole in rete” e “Brescia Smart Living”, alla nostra città è stato riconosciuto il merito di “coniugare la domanda d’innovazione, sicurezza e risparmio nel settore dell’energia e dei servizi con la scelta strategica di puntare su “smart cities” centrate sul coinvolgimento attivo dei cittadini nella gestione del territorio”.

 

Documenti allegati alla pagina