Ristorazione socio scolastica

Ristorazione socio scolastica
 

Quest’anno il Comune di Brescia ha aderito alla carta di Milano ed è stato messo a regime il progetto “aliMENTarsi”. Nel servizio di ristorazione socio-scolastica saranno applicate progressivamente le Linee Guida della Ristorazione Collettiva.
Il Comune di Brescia, che spende 8 milioni e 680mila euro all’anno per questo servizio, si impegna a garantire scelta e qualità degli alimenti, un apporto equilibrato di nutrienti a seconda dell’età dei consumatori, a sostenere una funzione educativa per quanto riguarda il cibo e a utilizzare l’alimentazione come occasione di conoscenza delle tradizioni e di integrazione.
Le linee guida della ristorazione del Comune di Brescia prevedono la costruzione di menù con riduzione dell’indice glicemico e della densità energetica, l’introduzione di alimenti in funzione preventiva di obesità e malattie metaboliche, la sensibilizzazione e l’educazione delle famiglie riguardo al consumo e allo spreco alimentare e il sostegno alla scuola perché promuova stili di vita sani.
Il progetto “aliMENTarsi – Impariamo mangiando” mira alla diffusione delle linee guida elaborate, ad attività rivolte alla formazione degli insegnanti e all’educazione di scuole, famiglie e cittadini e alla promozione della Guida al benessere, ispirata alle linee guida della ristorazione del Comune di Brescia. È uno strumento pensato per far conoscere le buone pratiche alimentari, per mangiare sano e rispettare l’ambiente.
Il servizio di ristorazione socio-scolastica, che tutela la salute dell’individuo e dell’ambiente e che promuove lo sviluppo sostenibile, prevede l’utilizzo di piatti in ceramica, posate in acciaio e bicchieri in vetro, il recupero delle eccedenze, menù con alimenti prevalentemente bio, locali e integrali e rispetto delle scelte etiche e religiose.    

In allegato la presentazione del progetto “aliMENTarsi” e i menù del servizio di ristorazione socio-scolastica.