"I giorni della Grande Guerra"

"I giorni della Grande Guerra"
 

L'Associazione Brescia Accueil Douce France, in collaborazione con il Comune di Brescia, ha organizzato, nel quadro degli scambi interculturali tra Francia e Italia, una serie di eventi che si svolgeranno in occasione della commemorazione del centenario della Grande Guerra. Il titolo dell'iniziativa, in programma dal 7 al 15 ottobre, è "Francia-Italia, 14-18, I giorni della Grande Guerra".
La manifestazione è costituita, tra l'altro, dalla mostra di giornali dell'epoca a cura di Alberto Toscano, collezionista dei quotidiani, che ha raccolto pezzi rari e di grande importanza contrapponendo, attraverso la stampa  francese e italiana, i punti di vista dei due paesi sugli stessi avvenimenti, spesso grazie a giornali dello stesso giorno, durante il periodo della guerra. Per introdurre la mostra, Alberto Toscano si soffermerà sullo "Sguardo reciproco Franco-Italiano all'epoca della Prima Guerra Mondiale.

La mostra fotografica "1915-1918 - I giorni della Guerra sul fronte bresciano e nelle retrovie: frammenti e testimonianze", curata dalla Fondazione Civiltà Bresciana e dall'Associazione Nazionale degli Alpini sezione di Brescia, mostrerà la vita sul fronte e le testimonianze della presenza di soldati francesi a Travagliato.
Interverranno anche Tonino Zana con i racconti della Grande guerra scritti dai soldati bresciani durante gli anni di trincea, Giovanni Quaresmini che ha ritrovato le testimonianze di soldati francesi a Travagliato durante la guerra, Paolo Ventura che parlerà della forma urbana di Brescia dal 1915 al 1920 e, infine, Olivia Longo che ricorderà i luoghi della Grande Guerra nella provincia di Brescia.

Non mancherà la musica col Trio Mistral e la soprano Giulia Priori che interpreteranno alcuni brani di compositori francesi e italiani dell'epoca e canti degli alpini. 
Inoltre, al Cinema Nuovo Eden, sarà proiettato l'ultimo film di François Ozon "Frantz" , ambientato durante la prima guerra mondiale e interpretato dall'attrice Paula Beer, insignita del premio Marcello Mastroianni al Festival di Venezia.