25 novembre in Loggia

25 novembre in Loggia
 

In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne il 25 novembre, dalle 9 alle 18 nel portico di Palazzo della Loggia, sarà possibile prendere parte all’opera d’arte relazionale di Patrizia Fratus. Il progetto dal titolo “Le parole tessono” coinvolgerà chiunque abbia voglia condividere con altri i propri pensieri partendo da due quesiti base: “Cosa facciamo e cosa possiamo fare”. La violenza sulle donne riguarda infatti tutti. Per l’intera durata della performance, in perfetta sincronia con chi esporrà verbalmente, sarà tessuto un filo rosso che nel corso della giornata diventerà gradualmente una rete (concreta e metaforica). In occasione di ogni contributo verrà aggiunto anche un campanello. Obiettivo dell’iniziativa è quello di creare relazione, luogo di confronto e scambio tra istituzioni, associazioni e "nuove generazioni". La partecipazione di allievi di scuole di diverso ordine e grado darà ai più giovani l’occasione perfetta per entrare in contatto con chi sta già operando sul campo.

Il lavoro è continuazione naturale della rete già tessuta e costruita in precedenza dall’artista alla Triennale di Milano, durante la quale è maturata la volontà di non fermarsi. Quest’opera d’arte vuole sottolineare e rendere evidente non solo l’interdipendenza fra persone, ma anche la necessità di maggiore coerenza tra il dire e il fare. Ogni parola, infatti, evoca un'immagine, primo presupposto necessario per costruire.
Per la realizzazione dell’opera ci saranno incontri preliminari con allievi e insegnanti. Oltre a questi, saranno invitate alla performance anche istituzioni, associazioni e persone dell'ambito formativo che coprono più aspetti della violenza di genere.