Spaccio di droga, un arresto e sequestro di contante

Spaccio di droga, un arresto e sequestro di contante
 

Prosegue l’impegno della Polizia Locale nel contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel pomeriggio di venerdì 15 luglio una pattuglia in abiti civili e con veicoli di copertura ha fermato un uomo di origine gambiana, residente a Cosenza ma domiciliato a Villa Carcina.
Gli agenti stavano tenendo sotto controllo da giorni i suoi spostamenti. L’uomo era solito recarsi, dopo essere sceso dal bus proveniente da Villa Carcina, nei dintorni di via Lamarmora per spacciare eroina “thailandese”, stupefacente dal colore chiaro, molto ricercato.
Ulteriori indagini hanno permesso di appurare che il gambiano viveva con il fratello, arrestato nel 2015 e condannato dal Tribunale di Brescia agli arresti domiciliari perché trovato in possesso di 100 grammi di eroina.
Nel corso della mattinata di venerdì 15 luglio, una pattuglia ha atteso che il gambiano scendesse dal bus proveniente da Villa Carcina e l’ha fermato per un accertamento.
L’uomo è stato poi portato al Comando e successivamente accompagnato alla sua abitazione di Villa Carcina. Sotto il letto, gli agenti hanno trovato una calza contenente eroina di colore bianco e un’ingente somma di denaro, oltre 14mila euro, che il gambiano non è stato in grado di giustificare.
L’uomo è stato arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando della Polizia Locale su disposizione del Pubblico Ministero. Il giorno successivo è stato giudicato per direttissima dal Tribunale di Brescia che lo ha condannato agli arresti domiciliari.

Documenti allegati alla pagina