Mediazione penale minorile, l'attività riparativa svolta dai writer

Mediazione penale minorile, l'attività riparativa svolta dai writer
 

Negli ultimi due anni la magistratura minorile ha inviato all'ufficio mediazione penale minorile di Brescia 14 fascicoli relativi a giovani writer, autori di imbrattamenti ai danni dell'amministrazione comunale, proprietaria dei beni rovinati e responsabile del decoro cittadino, di Brescia Trasporti e di alcuni plessi scolastici cittadini.
L'incontro tra gli autori dei reati e le parti offese ha avuto in tutti i casi esito positivo ed ha portato ad un percorso condiviso: i ragazzi hanno eseguito lavori di pubblica utilità in vari campi quali la pulizia di cartelli stradali e il supporto all'attività quotidiana di alcune biblioteche cittadine. I minori con padronanza delle lingue straniere, hanno prestato servizio all'infopoint comunale dando indicazioni turistiche.
L'ufficio per la mediazione penale minorile è nato per rendere i giovani che si sono resi responsabili di un reato più consapevoli del danno causato favorendo l'incontro e il confronto con le parti lese. In questo modo è possibile individuare soluzione condivise e offrire ai colpevoli alcune  proposte e opportunità per cambiare.

Dal mese di febbraio al mese di giugno, 3 ragazzi hanno prestato servizio al Servizio Traffico del Comune di Brescia.
I giovani hanno seguito un percorso di addestramento e, forniti di assicurazione e di dispositivi di protezione individuale, sono stati aggregati al gruppo operaio di ruolo. Affiancati ai più esperti, hanno contribuito alle attività di riordino e recupero della segnaletica e dell' arredo urbano pulendo, rimuovendo adesivi, riverniciando i dissuasori di sosta, recuperando elementi danneggiati.
I ragazzi hanno rispettato il programma prestabilito, svolgendo i lavori per 36 ore, come previsto. Nel corso delle attività, ai ragazzi è stato mostrato come gli atti di danneggiamento e di vandalismo comportino costi inutili ed evitabili che gravano su tutta la comunità.
Uno degli ambiti in cui il Servizio Turismo ha operato nell'ultimo anno, insieme con il Servizio Traffico, è stato il rifacimento completo e l'integrazione della segnaletica turistica pedonale. I nuovi cartelli, più chiari e più grandi dei precedenti, hanno naturalmente "attirato" l'attenzione, diventando presto oggetto di imbrattamento. L'attività di ripulitura è stata quindi tra le prime proposte di attività riparativa. Un ragazzo si è infatti dedicato a questo lavoro, collaborando con le squadre ufficialmente incaricate, seguito dai colleghi del Servizio Traffico.

Altri due ragazzi hanno invece accettato di misurarsi con l'accoglienza di cittadini e turisti presso l'infopoint Centro, in via Trieste. Accolti dalle operatrici di Bresciatourism, hanno preso confidenza con le attrazioni della città, mettendo in pratica gli studi turistici appena iniziati o impegnandosi a praticare un inglese spesso rimasto solo nei libri. Sicuramente hanno messo alla prova le loro capacità di relazione e hanno avuto una buona occasione per avvicinare con occhi nuovi la loro città, completando il loro periodo di prova in modo senz'altro positivo.

Al Servizio Biblioteche, dalla metà del mese di febbraio 2016, sono stati affidati due giovani: il primo ha prestato servizio alla biblioteca di Casazza il martedì dalle 15 alle 18, mentre il secondo alla biblioteca di viale Caduti il giovedì dalle 14 alle 17.

Dopo un'adeguata formazione, i ragazzi si sono occupati di riordinare materiali e spazi pubblici, ricercare libri e rispondere alle richieste di prestito degli utenti, risistemare i libri restituiti ed etichettare le novità librarie.
I bibliotecari referenti hanno fatto comprendere loro il ruolo e l'organizzazione della biblioteca pubblica.

Documenti allegati alla pagina