Convegno “Dove va il mondo”

Convegno “Dove va il mondo”

“Dove va il mondo” è il titolo del convegno, promosso dall’Associazione Nazionale Donne Elettrici, che si svolgerà lunedì 7 marzo, alle 17.15, presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Brescia, in via San Faustino 41. All’incontro, introdotto dal presidente Ande Brescia Fausta Luscia e dal direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Saverio Regasto, interverranno Paolo Magri, direttore Ispi ed Enrica Toninelli, vicedirettore Rai News 24.

Il direttore dell’Istituto Studi di Politica Internazionale, Paolo Magri è coautore del Rapporto Ispi 2016 dal titolo “Le nuove crepe della governance mondiale”. Il volume viene discusso nel corso di diversi dibattiti in programma in città italiane, nelle principali capitali europee e a New York. L’Ispi è un istituto indipendente, che si dedica allo studio delle dinamiche internazionali, con l’obiettivo di favorire la consapevolezza del ruolo dell’Italia in un contesto globale in continua evoluzione.

Il rapporto Ispi, corposo ed esauriente, spazia dalla paralisi della governance internazionale alla sfera di influenza della Russia, dalla situazione in Medio Oriente e Nord Africa all’emergenza immigrazione, dal mercato valutario all’Iran, dall’America Latina alla politica estera italiana e all’Italia nell’economia globale. Il rapporto si conclude con una disamina del ruolo dell’Italia nella gestione delle crisi internazionali del 2015.
Ande (Associazione Nazionale Donne Elettrici) è un’organizzazione politica apartitica, che nasce nel 1946, il cui obiettivo è perseguire un protagonismo positivo nel contesto politico-economico della società civile italiana. Ande crede nell’impegno delle donne, che costituiscono il 52% dell’intero corpo elettorale, e di tutta la società. Il suo modo di operare è ispirato a una visione anti-ideologica e laica della politica e della società.

L’Associazione è convinta che far politica non sia un mestiere ma un servizio, che non sia improvvisazione, approssimazione e volontà di fare carriera, bensì studio, preparazione, elaborazione e confronto.

In allegato la locandina dell’evento e il curriculum di Paolo Magri.