Polizia locale, contrasto allo spaccio

Polizia locale, contrasto allo spaccio
 

Prosegue l’azione di controllo e presidio del territorio da parte della Polizia Locale per contrastare il traffico di stupefacenti. Gli agenti hanno bloccato, nel corso di tre operazioni, altrettanti stranieri sorpresi a spacciare in corso Mameli e in via delle Battaglie.
Nel pomeriggio di lunedì 27 ottobre gli agenti in abiti civili hanno riconosciuto, in via Foppa e in via delle Battaglie, due pregiudicati di origine tunisina e marocchina senza fissa dimora, rispettivamente di 43 e 20 anni, già arrestati in passato per reati legati allo spaccio e per alcune rapine.
Sulla base delle recenti sentenze emesse dai giudici del Tribunale di Brescia, il tunisino risultava ricercato per un ordine di custodia cautelare emesso alla fine del 2013 mentre il marocchino non stava rispettando il divieto di dimora in città.
Per questo motivo, ritenendo urgente intervenire, gli uomini del Comando di via Donegani hanno fermato i due che, dopo un tentativo di fuga, sono stati arrestati e trasportati nel carcere di Canton Mombello per scontare le pene residue e per essere sottoposti ai nuovi procedimenti penali derivanti dalle più recenti azioni illecite.
In un'altra operazione di contrasto allo spaccio, avvenuta qualche giorno fa in corso Mameli, gli uomini della Polizia locale hanno arrestato un marocchino di 39 anni senza fissa dimora, con diversi precedenti penali, che aveva ceduto a un’altra persona una dose di  cocaina. In suo possesso sono state trovate altre sette dosi di eroina per un totale di oltre 20 grammi, una somma di denaro pari a 350 euro circa, alcuni cellulari e un bilancino di precisione, trovato in un alloggio dove l’uomo abitava.

Documenti allegati alla pagina