"CapoLavoro", arte e impegno sociale nella cultura italiana attraverso il '900

"CapoLavoro", arte e impegno sociale nella cultura italiana attraverso il '900
 

Prende il via il 10 ottobre, al Museo di Santa Giulia, la mostra "CapoLavoro, Arte e impegno sociale nella cultura italiana attraverso il Novecento". L'esposizione, a cura di Mauro Corradini e Fausto Lorenzi, è nata per iniziativa della Cgil di Brescia, in collaborazione con il Comune di Brescia e della Fondazione Brescia Musei, nel quarantennale della strage di piazza della Loggia. La bomba del 28 maggio 1974 fu fatta esplodere durante una manifestazione sindacale unitaria per colpire direttamente i lavoratori e le loro rappresentanze, raccolte in piazza a difesa della democrazia e della temperie antifascista da cui nacque la Costituzione. Viene esposta  una selezione mirata di opere dalla Raccolta d'Arte della Cgil, integrata da un significativo apporto dalla Galleria del Premio Suzzara. Una testimonianza di quanto il lavoro manuale, la fabbrica e le macchine hanno cambiato non solo il modo di produrre, ma anche il modo di vivere di tutta la società.

Una riflessione sull'immaginario collettivo, sulla persistenza di mitologie, convenzioni e tipizzazioni iconografiche e, viceversa, sulla loro rapida dissoluzione, sulla scomparsa stessa – o quasi – del tema del lavoro e della figura del lavoratore dalla scena dell'arte.

La mostra rimarrà aperta fino al 10 dicembre 2014, da martedì a domenica dalle 9.30 alle 17.30 (chiusura biglietteria 16.30).

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 030 2977 833-834 – mail: santagiulia@bresciamusei.com

www.mostracapolavoro.it
Facebook: https://www.facebook.com/mostracapolavoro?ref=hl


  

Conferenze e incontri collegati alla mostra CapoLavoro

Venerdì 24 ottobre, ore 9.30, " Il lavoro che fa vivere la città", incontro dedicato al rapporto  tra traformazione della città e lavoro.
White Room - Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b (in collaborazione Assessorato all'Urbanistica ed alla Pianificazione per lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Brescia)

In allegato i dettagli dell'iniziativa