Beatificazione di Papa Paolo VI, un concerto-lettura

Beatificazione di Papa Paolo VI, un concerto-lettura

La parola e la musica: quale dei due linguaggi deve avere la priorità, specialmente in un incontro musicale? L'intento del concerto-lettura, che avrà come protagonista il pianista Daniele Alberti, va piuttosto nella direzione di mettere d'accordo la parola e la musica. L'iniziativa è in programma il 6 ottobre alle 20.30 nel Teatro Grande di Brescia.
Il concerto-lettura, offerto alla città in occasione della Beatificazione di Papa Paolo VI, non pretende affatto di spiegare la musica: questo lo potrebbe fare facilmente un esperto di musicologia parlando a una platea di addetti ai lavori. L'obiettivo è andare maggiormente in profondità rispetto a un ascolto tradizionale, unendo a una serie di riflessioni sulla figura di Paolo VI e sui brani che verranno eseguiti la competenza di chi questi brani li interpreta da anni e quindi ne conosce le fonti d'ispirazione e le caratteristiche più specifiche. Paolo VI era particolarmente legato al mondo dell'arte. Il Maestro Daniele Alberti, durante il concerto-lettura, cercherà di raccontare questo legame così fecondo, provando a entrare nelle molteplici sfaccettature della ricchissima personalità del sommo pontefice bresciano.

Daniele Alberti

Nato a Brescia, Daniele Alberti è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale della giuria al Conservatorio "Luca Marenzio" della sua città. Successivamente ha conseguito il diploma superiore all'Ecole Normale de Musique "Alfred Cortot" di Parigi, con il massimo dei voti e la menzione speciale della giuria.

Già affermato in numerosi concorsi internazionali, nel 1985 consegue il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Parigi. Tale successo sancisce l'inizio di una brillantissima carriera che lo vede protagonista nelle Stagioni e nei Festival più prestigiosi d'Europa e d'America.

Ha suonato nelle Sale e nei teatri più importanti di Londra, Parigi (Teatro Chatelet, Salle Pleyel, Salle Gaveau), Mosca (Sala Grande del Conservatorio, Philarmonica) Berlino, Bruxelles (Teatro della Monnaie), Milano (Sala Verdi), Madrid, Barcellona, Ginevra, Buenos Aires, Rio de Janeiro, Varsavia (Philarmonica), Praga (Rudolfinum). Ha effettuato registrazioni radiofoniche per RAI, Radio France, Antenne Deux, CBS Broadcasting Association, Radio Dos.

Nel settembre 1999, nel corso delle Commemorazioni del 150° anniversario della morte di Frederick Chopin è stato invitato a tenere un recital per Sua Santità Giovanni Paolo II a Castelgandolfo. Nel Novembre 2002 ha debuttato con l'Orchestra Filarmonica di Mosca, eseguendo il III Concerto per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven davanti alla Sala della Filarmonica completamente esaurita in ogni ordine di posti. Dopo il grande successo ottenuto è stato invitato a suonare con l'Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo e nel 2003 ha sostenuto una lunghissima tournée che lo ha visto protagonista insieme ad alcuni tra i più celebri direttori come Penderecky, Temirkanov ed altri. Daniele Alberti è anche docente di fama internazionale e tiene regolarmente masterclass in Europa e negli Stati Uniti. Tra ottobre e novembre 2002 ha tenuto una serie di incontri nelle più celebri università americane. E' direttore di un centro studi musicali internazionale a Parigi. All'attività di concertista e di docente affianca anche, con grande entusiasmo, quella di direttore artistico. Negli ultimi anni ha curato la realizzazione di alcuni eventi di grande livello musicale e culturale che hanno avuto luogo in diverse capitali europee ed è direttore artistico delle "Settimane Musicali Bresciane", del Festival Internazionale "Armonie sotto la Rocca" e del Festival "LeXGiornate".

Documenti allegati alla pagina