Introduzione illegale auto

Introduzione illegale auto

Il controllo stradale svolto sul territorio comunale dalla Polizia Locale di Brescia, in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha portato alla luce un nuovo fenomeno di elusione e di evasione di imposte attraverso l'introduzione nel territorio italiano di autoveicoli immatricolati in paesi al di fuori dell'Unione Europea. Questa attività determina un rilevante danno economico per la comunità a causa dell'evasione dell'Iva, dei dazi comunitari e delle imposte locali. Si tratta di veicoli che costituiscono un rischio per gli utenti della strada perché non sono sottoposti alle revisioni periodiche previste dai regolamenti europei e perché sono privi dell'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile, con conseguenze facilmente immaginabili in caso di sinistri stradali. Un'efficace lotta all'introduzione illecita di autoveicoli permette di ridurre sensibilmente pericoli gravi ed immediati e consente al mercato assicurativo di ridurre le tariffe ed eventuali contenziosi in materia di rimborsi.
Per queste ragioni la Polizia Locale di Brescia e l'Agenzia delle Dogane e Monopoli di Brescia hanno deciso di istituire, tramite un protocollo d'intesa, un osservatorio permanente, con funzioni di monitoraggio e analisi del fenomeno, di supporto alle attività di prevenzione e repressione degli illeciti e di informazione del cittadino attraverso azioni di comunicazione e formazione sul territorio comunale, in collaborazione con il mondo delle associazioni. Questo protocollo ha la funzione di rafforzare la reciproca cooperazione per prevenire e contrastare efficacemente i traffici illeciti, definendo una stretta collaborazione tra gli Enti sottoscrittori cui compete l'attività di accertamento delle violazioni e ricercando la collaborazione di altri enti competenti nelle materie oggetto del protocollo.

Documenti allegati alla pagina