Presepio vivente in castello

Presepio vivente in castello
 

Il presepio vivente di Ome, capace di attirare migliaia di visitatori, è stato il pioniere delle rappresentazioni sacre in provincia. Quest’anno il presepio si trasferirà nel Castello di Brescia, la scelta di spostare questo evento in città rappresenta un omaggio a Papa Paolo VI nell’anno della sua beatificazione.
L’attivissimo Gruppo Alpini di Ome, con il patrocinio del Comune di Brescia, ha organizzato la sacra rappresentazione nella giornata di venerdì 26 dicembre (Santo Stefano), dalle 14.30. In caso di pioggia l’iniziativa si svolgerà domenica 28 dicembre alle 14.30 sul colle Cidneo.
L’allestimento e l’organizzazione sono opera del gruppo Alpini di Ome che, grazie alla collaborazione della popolazione del paese, ha coinvolto più di 130 figuranti. La partenza avrà luogo dalla chiesa di San Pietro. Il corteo dei personaggi del vecchio e nuovo Testamento si muoverà verso il Castello e, dopo aver percorso i viali interni, passato il ponte levatoio sosterà davanti alla Capanna della Natività vicino alla Corte di Re Erode, mentre nel fossato sarà allestito il villaggio degli artigiani e degli antichi mestieri. La sacra rappresentazione sarà allietata dal Coro dell’Accademia musicale di Ome.
Questa straordinaria esperienza del presepio vivente, realizzata grazie al Gruppo Alpini di Ome e ai tanti volontari del paese, ha avuto inizio nel lontano 1986 e, solamente tre volte, ha superato i confini locali per essere messa in scena presso l’Ospedale Civile di Brescia, le carceri di Canton Mombello e la Comunità di Mondo X a Rodendo Saiano. Il ricavato delle offerte sarà devoluto in beneficenza.

Documenti allegati alla pagina