"En Plein Art", opere in città

"En Plein Art", opere in città

Il Comune di Brescia, Fastweb e la Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici delle province di Brescia, Cremona e Mantova hanno presentato la mostra "En Plein Art" dedicata alle opere di 24 giovani artisti che si tiene sia per le strade della città in una sorta di museo d'arte diffuso, che all'interno della Sopritendenza in via Gezio Calini 26. L'esposizione si svolge dall'11 dicembre al 15 gennaio.

Negli anni scorsi Fastweb ha investito a Brescia circa 14 milioni di euro per posare centinaia di chilometri di fibra ottica che collegano le abitazioni, le imprese e la pubblica amministrazione. Grazie a questo investimento oggi Fastweb raggiunge in fibra ottica, con velocità fino a 100 megabit per secondo, 97mila famiglie e circa 25mila utenze business.

Si tratta di un patrimonio "invisibile" che giace sotto la città e che in futuro renderà possibile l'erogazione di altri servizi.  Unico segno "visibile" di questo importante investimento sono i cosiddetti armadi stradali. Da un'idea della Soprintendenza è scaturito questo progetto che prevede la trasformazione delle centraline di prossimità del centro storico e della prima periferia in oggetti di arredo urbano, in strutture di allestimento semipermanente di opere d'arte, in linea con molti analoghi esperimenti di arredo urbano e street art realizzati in altre città del mondo.

Gli artisti, che hanno aderito a questo lavoro collettivo, sono riusciti a trasformare le strade del centro storico di Brescia in una sorta di galleria d'arte a cielo aperto, nella quale tecnologia e arte si fondono. Visto il risultato di pregio ottenuto, si è deciso di darne evidenza anche in una sala all'interno della Soprintendenza di Brescia. Artisti e opere sono stati selezionati da una commissione guidata da Gabriella Musto della Soprintendenza, Cristina Muccioli, critica d'arte e docente all'Accademia di Belle Arti di Brera, e Paolo Bolpagni storico dell'arte.

Questo l'elenco degli artisti che hanno donato le proprie opere a Brescia: Maurizio Arcangeli, Francesco Arecco, Fabio Bix, Maurizio Bonfanti, Clara Bonfiglio, Pino Campanelli, Alessandro Capozzo, Roberto Casti, Pietro Colletta, Annalisa Di Meo, Arianna Ferrari, Raul Gabriel, Armida Gandini, Marco La Rosa, Donata Lazzarini, Igino Legnaghi, Gianfranco Milanesi, Eugenio Moi, Patrizia Novello, Luciano Pea, Paolo Nicola Rossini, Giovanni Sabatini, Giovanna Strada e Nicolò Tedeschi.