Domenica ecologica

Domenica ecologica
 

IL SINDACO
           

Premesso:

- che l’Amministrazione Comunale di Brescia intende proseguire nella realizzazione di nuove domeniche ecologiche, con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività all’utilizzo di forme alternative di mobilita’ (pedoni, biciclette, mezzi pubblici) onde ottenere risparmio di energia, ridurre le emissioni inquinanti e migliorare la qualita’ della vita nei centri urbani;

- che l’iniziativa, riguardante la giornata del 22.09.2013, prevede la chiusura del nucleo antico cittadino, con trasporto pubblico al costo di € 1,20 o € 1,60 giornaliero (biglietto unico), oppure di € 2,00 se acquistato direttamente in vettura, nonché una serie di interessanti iniziative culturali ed ecologiche nelle aree chiuse al traffico;

- che la suddetta iniziativa rientra negli eventi legati allo svolgimento della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, 

Sentito il parere degli uffici tecnici comunali competenti;

Visti gli articoli 6 e 7 del D.L. vo 30.04.1992 n. 285;

Visto l’art. 50, comma 3 del D.L.vo 18.08.2000 n. 267;
 

ORDINA
 

1. dalle ore 09.00 alle ore 18.00 del 22.09.2013, e’ istituito il divieto di circolazione per tutti i veicoli sulla porzione di territorio comunale compresa tra le vie, sulle quali la circolazione e’ ammessa senza variazioni, di seguito specificate:

Spalti S.Marco, Vittorio Emanuele II, dei Mille, Calatafimi, Lupi di Toscana, Leonardo da Vinci, Pusterla, Turati e Piazzale Arnaldo;

2. dal divieto di cui al punto 1) sono escluse le seguenti categorie di veicoli:

·veicoli elettrici;
·veicoli a trazione animale;
·velocipedi;
·veicoli delle Forze di Polizia, delle FF.AA. dei Vigili del Fuoco e dei corpi e servizi di polizia municipale e provinciale;
·veicoli di pronto soccorso;
·mezzi di pubblico trasporto;
·taxi ed autovetture di noleggio con conducente;
·veicoli utilizzati per il trasporto di portatori di handicap, muniti del relativo contrassegno;
·veicoli appartenenti ai soggetti pubblici e privati che svolgono funzioni di pubblico servizio o di pubblica utilita’;
·veicoli adibiti al trasporto di effetti postali purche’ caratterizzati dal contrassegno “PT”;
·veicoli di medici in visita domiciliare urgente, muniti di contrassegno dell’ordine dei medici;
·veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie (es. dialisi, chemioterapie, ecc) in grado di esibire relativa certificazione medica;
·veicoli utilizzati da personale addetto ai servizi di pubblica utilita’ con turni lavorativi tali da impedire la fruizione dei mezzi di trasporto pubblico certificati dal datore di lavoro;
·veicoli dei Ministri di Culto;

3.in deroga alle disposizioni della presente ordinanza, gli autoveicoli al seguito (organizzatori e logistica) delle  manifestazioni concomitanti  sono autorizzati al transito in z.t.l. sui percorsi necessari, ed alla sosta per le esigenze manifestative e per le operazioni di scarico/carico;

4.In occasione della chiusura al traffico del nucleo storico per il giorno, dalle ore 09.00 alle ore 18.00, la societa’ brescia trasporti spa adotterà le seguenti modalita’ di servizio :


Attivazione dell’intero servizio di linea con biglietto ordinario unico valevole l'intera giornata:

·1,20 € biglietto ordinario zona 1 valido tutto il giorno in zona 1 
·1,20 € biglietto ordinario zona 2 valido tutto il giorno in zona 2
·1,60 € biglietto ordinario zona 1+2 valido tutto il giorno in zona 1+2
·potrà essere utilizzato anche il normale titolo di viaggio venduto nella giornata del 22.09.2013 da personale di Brescia Trasporti e a bordo bus (€ 2,00),con validità giornaliera in tutte le zone.

DEMANDA
 

·Al Settore Polizia Locale e Servizio Gestione del Traffico – di provvedere all’installazione della necessaria segnaletica stradale;

·al Corpo di Polizia Municipale, ai funzionari, ufficiali ed agenti di cui all’art. 12 del codice della strada, di vegliare al controllo, all’osservanza ed all’esecuzione della presente ordinanza.


AVVERTE

- i trasgressori che saranno puniti con le sanzioni previste dal vigente codice della strada.

- gli interessati che, avverso la presente ordinanza, è ammesso ricorso :

·Entro 60 giorni al Tribunale Amministrativo Regionale;
·Entro 120 giorni al Presidente della Repubblica;
·Entro 60 giorni, ai sensi dell’art. 37 del D.L.vo 30 aprile 1992 n. 285, al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti;

Il Sindaco
(Dott. Emilio Del Bono )

Documenti allegati alla pagina