Inflazione a Brescia

Inflazione a Brescia
Immagine prezzi al consumo

​​​​​COMMISSIONE COMUNALE PER IL CONTROLLO DELLA RILEVAZIONE DEI PREZZI AL CONSUMO


VARIAZIONI DEGLI INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO PER L’INTERA COLLETTIVITÀ (NIC)
BRESCIA - OTTOBRE 2022
 
 
​​ 
 
 
 

Comunicato stampa - Per immediata pubblicazione

Mercoledì 16 novembre 2022, ore 10.00




Brescia: ad ottobre l’inflazione accelera la crescita

Tasso congiunturale: +3,0%

Tasso tendenziale:  +11,3% 

 

 

Brescia – Nel mese di OTTOBRE l'inflazione accelera notevolmente la sua crescita segnando un aumento rispetto al mese precedente (tasso congiunturale pari a +3,0%) e rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (tasso tendenziale pari a +11,3%). 

Questo incremento è determinato dal forte aumento della divisione “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili", che presenta un tasso congiunturale del +25,0% e un tasso tendenziale del 55,0%, entrambi dovuti agli incrementi delle voci Energia elettrica e Gas (tav.2).

 Le altre divisioni registrano lievi incrementi congiunturali inferiori alla variazione media generale o lievi decrementi. Tra il primo gruppo figurano le divisioni “Prodotti alimentari e bevande analcoliche" (+0,7%), “Abbigliamento e calzature" (+0,7%), “Altri beni e servizi" (+0,4%), “Bevande alcoliche e tabacchi (+0,2%) e “Mobili, articoli e servizi per la casa" (+0,1%). Nel secondo gruppo (quello in diminuzione), figurano le seguenti divisioni: “Trasporti" (-0,7%, con la diminuzione dei Carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati), “Servizi ricettivi e di ristorazione" (-0,4% con la diminuzione dei Servizi di alloggio), “Ricreazione, spettacoli e cultura" (-0,1%, con la diminuzione dei Pacchetti vacanza e dei Servizi ricreativi e sportivi) e “Istruzione" (-0,1%). Rimangono nulle le divisioni “Comunicazioni" e “Servizi sanitari e spese per la salute".

Rispetto all'anno precedente, le divisioni che presentano aumenti tendenziali sopra la media generale sono “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili" (+55,0%, con l'aumento del 214,0% dell'Energia elettrica e del 98,2% del Gas) e “Prodotti alimentari e bevande analcoliche" (+11,8%, con l'incremento del 19,4% dei Vegetali e del 13,4% del Pane e cereali). Sotto la media, figurano i “Trasporti" (+8,9%), i “Mobili, articoli e servizi per la casa" (+8,3%), “Servizi ricettivi e di ristorazione" (+7,3%), “Abbigliamento e calzature" (+4,7%), “Bevande alcoliche e tabacchi (+2,2%), “Servizi sanitari e spese per la salute" (+1,8%) e “Ricreazione, spettacoli e cultura" (+1,7%). In calo rispetto all'anno precedente, le “Comunicazioni" (-2,9%) e l'“Istruzione" (-0,1%).

Analizzando per tipologia di prodotto, in questo mese, i “Beni" presentano un deciso incremento congiunturale (+5,6%, dovuto soprattutto all'incremento della voce dei Beni energetici), mentre i “Servizi" calano lievemente (-0,3%). Contribuiscono alla diminuzione dei “Servizi", i “Servizi relativi ai trasporti" (-1,0%) e i “Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona" (-0,5%). Rimangono comunque elevate le variazioni tendenziali dei “Beni" (+17,2%), sia dei Beni Alimentari (+11,4%) che Energetici (+72,8%). Per i “Servizi" le variazioni tendenziali sono più contenute (+4,2%).

Con riferimento alla frequenza di acquisto, i prodotti a Media frequenza sono in deciso aumento rispetto al mese precedente (+7,1%), mentre quelli a Alta e Bassa frequenza presentano lievi incrementi (rispettivamente +0,3% e +0,4%). Piuttosto elevate le variazioni tendenziali dei prodotti a Media (+17,3%), a Alta (+8,4%) e a Bassa (+5,5%) frequenza di utilizzo.

Infine, per la componente di fondo della dinamica dei prezzi “Core Inflation" (al netto della componente volatile dei beni energetici e alimentari non lavorati), si registrano una variazione congiunturale debolmente positiva (+0,1%) e una variazione tendenziale positiva piuttosto elevata (+5,4%).



​ 

[1] Si ricorda che Core Inflation indica l'andamento della componente di fondo della dinamica dei prezzi, cioè l'inflazione al netto della componente volatile (beni energetici e alimentari non lavorati)

 

PREZZI AL CONSUMO - BRESCIA

OTTOBRE 2022

​Variazioni percentuali degli indici

per l'intera collettività (NIC)

Divisioni di spesa

Tendenziali

(% anno precedente)

Congiunturali

(% mese precedente)

Prodotti alimentari e bevande analcoliche11,8
0,7
Bevande alcoliche e tabacchi2,2
0,2
Abbigliamento e calzature4,7
0,7
Abitazione, acqua, elettricità, e combustibili55,0
25,0
Mobili, articoli e servizi per la casa8,3
0,1
Servizi sanitari e spese per la salute1,8
-
Trasporti8,9
-0,7
Comunicazioni-2,9
-
Ricreazione, spettacoli e cultura1,7
-0,1
Istruzione-0,1
-0,1
Servizi ricettivi e di ristorazione7,3
-0,4
Altri beni e servizi3,7
0,4
Indice generale11,33,0
Indice generale senza tabacchi11,53,1​


​​

I comunicati stampa e il rispettivo calendario  di diffusione per l'anno 2022 sono disponibili per il  download in calce a questa pagina.​​​​​

Per rivalutazioni monetarie Istat - Indice dei PREZZI per le rivalutazioni monetarie​​​​​