Progetti alternanza scuola-lavoro

Progetti alternanza scuola-lavoro
alternanza scuola lavoro

L’Unità di Staff Statistica rende noto di aver predisposto due progetti per alternanza scuola-lavoro per l'anno scolastico 2016-2017:
1. Supporto operativo alle indagini di customer satisfaction del metrobus di Brescia
2. Supporto operativo alle indagini di customer satisfaction del sistema bibliotecario urbano e Queriniana.
Entrambi i progetti prevedono la rilevazione ed elaborazione dati.


 

1. Supporto operativo alle indagini di customer satisfaction del metrobus di Brescia
Contenuto
Il progetto prevede l’inserimento di uno o due studenti del triennio delle scuole superiori all’interno del gruppo di lavoro incaricato della realizzazione dell’indagine di customer sul metrobus.
Gli studenti seguiranno le principali fasi dell’indagine di customer sul metrobus e saranno accompagnati dal personale del gruppo di lavoro.
Le fasi di indagine su cui ci si soffermerà riguardano: revisione del questionario da utilizzare nei vari cicli di indagine, organizzazione dell’indagine, selezione e formazione degli intervistatori, realizzazione delle interviste, registrazione dati, predisposizione del report finale.

Progetto formativo
 Il progetto prevede che lo studente acquisisca i fondamenti di:
• progettazione delle indagini di customer
• stesura del questionario
• tecniche di rilevazione in indagini campionarie
• costruzione del piano di spoglio
• tecniche e strumenti di elaborazioni dati
• modalità di presentazione dei risultati
Formazione di base all’uso di Excel e altri strumenti informatici (ECDL).

Rivolto a
Massimo 2 studenti delle classi 3 – 4 -  5 per ciclo di indagine

Periodo
Primo ciclo di indagine mesi di maggio e giugno
Secondo ciclo di indagine mesi di novembre e dicembre

Durata minima
120 ore complessive

Orari
Ufficio

Requisiti
Conoscenza di Excel per data entry e prime elaborazioni


 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


 

2. Supporto operativo alle indagini di customer satisfaction del sistema bibliotecario urbano e Queriniana

Contenuto
Il progetto prevede l’inserimento di studenti del triennio delle scuole superiori all’interno del gruppo di lavoro incaricato della realizzazione di indagini di customer satisfaction per i servizi erogati dalle biblioteche del sistema bibliotecario urbano e dalla biblioteca Queriniana.
Gli studenti seguiranno le principali fasi dell’indagine di customer presso le singole biblioteche e saranno accompagnati nelle varie attività da personale del gruppo di lavoro.
Le fasi di indagine su cui ci si soffermerà riguardano: revisione del questionario da utilizzare nei vari cicli di indagine, organizzazione dell’indagine, selezione e formazione degli intervistatori, realizzazione delle interviste, registrazione dati, predisposizione del report finale.

Progetto formativo
Il progetto prevede che lo studente acquisisca i fondamenti:
• della progettazione delle indagini di customer
• della stesura del questionario
• delle tecniche di rilevazione in indagini campionarie
• della costruzione del piano di spoglio
• di tecniche e strumenti di elaborazioni dati
• delle modalità di presentazione dei risultati
Formazione di base all’uso di Excel e altri strumenti informatici (ECDL).

Rivolto a
 2 studenti per biblioteca e 2 studenti per la Querinana ed Emeroteca

Periodo
Un unico ciclo di indagine nei mesi di settembre ottobre

Durata minima
120 ore complessive

Orari
Biblioteche

Requisiti
Conoscenza di Excel per data entry e prime elaborazioni

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


 Segue testo informativo estratto dal sito del

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Apprendi nei luoghi nei luoghi di lavoro… acquisisci nuove competenze… orientati con gli stage… tirocini…
realizza i percorsi in alternanza


L'alternanza scuola-lavoro consiste nella realizzazione di percorsi progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell'istituzione scolastica o formativa, sulla base di apposite convenzioni con le imprese, o con le rispettive associazioni di rappresentanza, o con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, o con gli enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro art.4 D.Lgs. 15 aprile 2005, n. 77, ai sensi dell’art. 8bis del decreto – legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128.
 L'alternanza scuola-lavoro è un percorso formativo che: potenzia l'autonomia scolastica; qualifica l'offerta formativa; esalta la flessibilità; risponde ai bisogni diversi degli alunni; agisce per la forte valenza orientativa, come mezzo di contrasto alla dispersione scolastica.
L’alternanza è diventata da quest’anno “un elemento strutturale dell’offerta formativa”. Con almeno 400 ore da effettuare negli ultimi tre anni degli istituti tecnici e professionali e 200 nei licei: quest’anno saranno almeno 500.000 i ragazzi impegnati obbligatoriamente nell’alternanza. A regime, sul triennio, saranno circa 1 milione e mezzo gli studenti coinvolti.
L’alternanza scuola-lavoro, per effetto della Buona Scuola, prevede la possibilità di svolgere i progetti anche in periodi extra scolastici, ad esempio in estate, e anche all’estero. Sarà possibile per i ragazzi andare non solo nelle imprese, ma anche in enti pubblici e nelle istituzioni culturali.
“Quella dell’alternanza è un’innovazione storica per l’impianto formativo della scuola italiana, perché punta ad aprire le porte delle scuole alle esperienze e alle competenze che si formano fuori dall’aula, unendo sapere e saper fare”, ricorda la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.
Alla Guida di accompagnamento, inviata alle scuole secondarie di secondo grado, faranno seguito “la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza” e il “Registro nazionale dell’alternanza” in cui saranno visibili enti e imprese disponibili a svolgere questi percorsi.